I delfini non sono pesci ma mammiferi! I cetacei si dividono in:

  • Odontoceti: hanno i denti, mangiano pesci
  • Misticeti: hanno i fanoni, filtrano l’acqua ( placton e piccoli pesci ).

I delfini di Golfo Aranci sono della specie tursiopi, mell’acqua essi mangiano, dormono, si accoppiano, partoriscono e allattano i piccoli.
I delfini hanno i polmoni e risalgono in superficie per respirare attraverso le narici (=sfiatatoio). Dopodichè si immergono, trattenendo il fiato per circa 4/5 minuti ad una profondità media di circa 30 metri.

I delfini vivono in branco. Un gruppo di delfini è composto generalmente da 2/10 individui, di solito femmine coi loro piccoli, mentre i maschi tendono ad essere solitari. È una specie che può vivere anche oltre 50 anni, possono raggiungere velocità anche di 30 Km/h.

Dopo una fase iniziale di corteggiamento i delfini si accoppiano:

  • l’atto sessuale è rapido e dura dai 10 ai 30 secondi, viene ripetuto diverse volte con un intervallo di qualche minuto tra ognuno
  • si riproducono ogni 2/3 anni.

I dati del piccolo delfino sono:

  • 12 mesi di gestazione
  • 18 mesi di allattamento
  • rimane con la mamma fino 4/6 anni.

L’udito è il senso più sviluppato, i tursiopi emettono 2 tipi principali di suoni:

  • click, utilizzati per localizzare prede e ostacoli
  • fischi, utilizzati per comunicare con gli altri delfini.

L’alimentazione:

  • il tursiope afferra la preda con i denti, ma non lo mastica
  • la dieta è costituita principalmente da pesci, ma si ciba anche di calamari e gamberi.

Per studiare i delfini i ricercatori li fotografano e ne registrano il comportamento. I diversi individui vengono catalogati in base ai segni naturali sulla pinna dorsale. Per studiare il comportamento sociale dei delfini si studiano i suoni che emettono attraverso gli idroni, speciali microfoni in grado di registrare i suoni in acqua.

Le principali minacce per la salvaguardia dei cetacei sono:

  • l’utilizzo di grandi reti in alto mare che agiscono come mortali
  • la pesca intensiva che riduce la quantità di pesci
  • l’inquinamento chimico e acustico che dwgradano l’ambiente circostante
  • le collisioni con le imbarcazioni specialmente nella stagione estiva.

Sorgente: Worldrise

Servizio traghetti a cura di Traghettilines